2° Congresso UilRua Uniclam

Si è svolto Giovedì 18 Gennaio 2018 il 2° Congresso della UIL RUA dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, un appuntamento che ha sancito l’uscita dal commissariamento della struttura, durato un anno, e l’avvio di una nuova fase sindacale, caratterizzata dal forte senso di rinnovamento impresso a tutti gli organismi dirigenti.

Così commenta il Segretario Generale della UIL RUA Sonia Ostrica: “Con l’elezione dei nuovi organismi della UIL RUA dell’Università di Cassino si sono gettate le basi per una rinnovata presenza della nostra organizzazione all’interno dell’Ateneo capace di confrontarsi quotidianamente, con impegno e fermezza, con una Istituzione in grossa difficoltà. Congratulazioni e buon lavoro ai nuovi eletti da parte di tutta la Segreteria Nazionale.”.

Per l’ex commissario Roberto Papi gli esiti del congresso “dimostrano la vitalità di un’organizzazione pronta dare il proprio fattivo contributo per migliorare la situazione dell’Istituzione e dei lavoratori che vi operano.”

Il neo segretario della UIL RUA dell’Università di Cassino, Daniele Mattaroccia, cosi commenta la propria elezione: “Ringrazio il commissario Papi, il neo direttivo e tutti i colleghi che hanno permesso la mia elezione a segretario della UILRUA dell’Università di Cassino; il forte senso di rinnovamento voluto all’interno degli organismi dirigenti e la condivisione di intenti fra tutti gli iscritti rappresentano temi fondamentali per il rilancio del nostro sindacato all’interno dell’Ateneo. Tutti conosciamo le difficoltà che in questi mesi l’Ateneo in generale e, particolarmente, il personale tecnico- amministrativo stanno attraversando, difficoltà che vanno affrontate con serietà e forte senso di appartenenza all’ente, ma anche con una giusta politica sindacale che sappia sostenere e, se necessario, contrapporsi a decisioni che incidono sulla vita quotidiana di noi dipendenti. Spero che la nostra azione possa essere incisiva e amplificare la coesione tra colleghi, vero punto di forza di qualsiasi sindacato che possa ritenersi tale!”.

“La fase congressuale chiusa positivamente dalla UIL RUA” – conclude Mattaroccia – “ è il miglior punto di partenza per ottenere un ottimo risultato alle prossime RSU, dove ci presenteremo come Federazione UIL SCUOLA RUA”.

Incontro Aran su rinnovo contratto CCNL – Settore Università

Roma, 8 gennaio 2018
Nel pomeriggio si è svolto l’atteso primo incontro “di sezione specifica” del CCNL, previsto per l’Università.
Lo scorso 4 ottobre era stata consegnata una bozza snella relativa al solo “nuovo” sistema di relazioni sindacali, su cui era stato chiesto di fornire osservazioni; in data odierna è stata fornita una ulteriore bozza, relativa anche agli aspetti disciplinari e al sistema delle assenze.
Il testo, dichiaratamente da parte ARAN, ha inteso partire dal CCNL firmato per il comparto delle Funzioni Centrali. La sezione “specifica”, consegnata ed illustrata oggi, ha integrato la parte consegnata il 4 ottobre, su cui non c’è stato un vero confronto.

Il corso della discussione ci ha lasciato alquanto sconcertati, ripensando all’accordo del 30 novembre, da cui il testo sulle relazioni sindacali sembra molto distante. Infatti, il documento consegnato sembra essere stato costruito solo sulla base della interpretazione restrittiva dei vincoli normativi intervenuti dopo la firma dell’ultimo CCNL, senza però mostrare l’impegno a recuperare spazi e ambiti di confronto, importanti sia per gli atenei che per i lavoratori.
In particolare, il nuovo testo presenta una impostazione diversa rispetto al CCNL 2009. Inizia con una parte comune, in cui si parla del sistema di relazioni sindacali che modifica il precedente sistema, si continua con le responsabilità disciplinari e le norme per disincentivare le assenze; la parte specifica per le Università e le AOU descrive gli istituti inerenti il contratto individuale di lavoro, l’orario, il periodo di prova, le ferie, i permessi, le assenze, i congedi ecc. per finire con mobilità, comandi, lavoro flessibile e in somministrazione.
La nostra Organizzazione sindacale, nel ribadire la necessità di porre la massima attenzione alla salvaguardia delle specificità per un comparto molto diverso dalle Funzioni Centrali, ha messo in evidenza in primo luogo la necessità di rendere chiaramente esigibili articoli vecchi e nuovi del CCNL, senza lasciare spazi a interpretazioni varie e disomogenee, soprattutto sulle materie oggetto di contrattazione. Abbiamo posto l’accento sulla necessità di semplificare e agevolare la contrattazione, superando vincoli e rigidità e mettendo gli Atenei in condizione di evitare conflitti e ritardi. Abbiamo ribadito l’esigenza di avere controparti ben identificate e con poteri di firma, ribadendo l’aspettativa economica “non inferiore” a 85€.
In relazione alle AOU, abbiamo rilevato la necessità di approfondire la tematica, in quanto alle domande poste non abbiamo ricevuto risposte adeguate.
Altre e diverse perplessità permangono, dopo questo primo incontro specifico per le Università, per gli incroci derivanti dal nuovo articolato e dalle norme da considerare “sopravviventi” del vecchio CCNL (ad es. in materia di assenze ecc.)
Ad una prima lettura la Federazione UIL SCUOLA RUA ritiene che il testo presentato vada rivisto ed integrato, soprattutto per le parti di più significativo interesse per i lavoratori, come ad es. il superamento del tetto per le PEO, le PEV e il fondo del salario accessorio; le relazioni sindacali nelle AOU per il personale universitario; la certezza di informazioni puntuali e pertinenti; un “nuovo” sistema di relazioni sindacali che consideri davvero un valore la prevenzione del conflitto, e la contrattazione integrativa un interesse comune di parti e controparti.
E’ evidente che la parte normativa in questo CCNL sarà la parte qualificante dell’intero sistema, su cui sarà valutato l’accordo complessivo. Per quanto ci riguarda, con così poche risorse disponibili sarebbe inaccettabile qualsiasi ipotesi di spostamento di somme su voci diverse dal tabellare! In ogni caso, le 77 pagine consegnate non presentano sufficienti elementi per comprendere senza dubbi l’intero impianto: siamo ancora convinti di poter chiudere presto questa difficile tornata contrattuale, se però arriveranno risposte concrete alle nostre richieste.

Federazione Uil Scuola RUA
Sonia Ostrica